TARANTO. VOLONTARI DI LEGAMBIENTE E CITTADINI IN AZIONE

Messi a dimora più di cinquanta alberi

Sabato 23 marzo volontari di Legambiente e cittadini del quartiere Salinella hanno messo a dimora gelsi, nespoli, melograni, olivi, carrubi, giuggioli, azzeruoli, lecci, albizie nella piazzetta che il Circolo Legambiente di Taranto sta “creando” tra via Lago di Monticchio e Via Golfo di Taranto: uno spazio abbandonato da anni, situato in una parte della città che versa in una grave situazione di degrado urbano e sociale.

Il progetto è stato approntato gratuitamente da due soci di Legambiente: Massimo Prontera, architetto, attuale segretario dell’Ordine degli Architetti di Taranto, che oltre al progetto iniziale ha curato, sempre a titolo gratuito, la direzione dei lavori e Valentino Traversa, dottore forestale, consulente dell’Osservatorio europeo del paesaggio, che ha curato la parte riguardante l’individuazione delle specie arboree, ed è stato reso possibile dal contributo finanziario del Centro Servizi Volontariato di Taranto. che ha messo a disposizione la somma di ventimila euro per la sua realizzazione, e dai contributi raccolti finora dal Circolo Legambiente di Taranto con una sottoscrizione lanciata – solo sul web – nel mese di marzo

Si tratta di un vero e proprio intervento di rigenerazione urbana, con la completa risistemazione di un intero isolato come area a verde, la realizzazione di aiuole piantumate con essenze vegetali autoctone, fornite dal Comune di Taranto, il rifacimento completo del marciapiede esistente con tipologie e materiali analoghi a quelli usati in altri interventi che l’Amministrazione Comunale ha già effettuato negli isolati vicini.

La gestione degli spazi a verde , resi nuovamente fruibili dopo i lavori, sarà affidata all’associazione Venti del Sud, che ne curerà la manutenzione quotidiana, in collaborazione con i cittadini residenti nel quartiere.
I lavori di sistemazione dell’area sono quasi terminati: restano da collocare, entro la fine di aprile, i giochi per i bambini. L’inaugurazione sarà una festa: chi vuole contribuire alla realizzazione del progetto può fare una sottoscrizione con un bonifico bancario: le informazioni sono sul sito del Circolo Legambiente di Taranto www.legambientetaranto.it

Lascia un commento