COMUNICATO STAMPA. MANDURIA. MOVIMENTO 5 STELLE

Il 7 marzo 2013 il responsabile del procedimento ha detto si!

Mesi di denunce sulla stampa e in Regione da parte di partiti di vari colori ed estrazioni di schieramento, di associazioni di tutela e valorizzazione del territorio, di associazioni di categoria quali la Confagricoltura e il Consorzio Produttori Vini di Manduria. Vari convegni sul rischio legato all’uso sconsiderato del territorio con la presenza delle “wind farm”, l’ultimo il 2 febbraio scorso da parte del nostro MoVimento, non sono bastati a far capire al funzionario e/o dirigente che sono i cittadini e i beni comuni a dover essere tutelati e non il procedimento.
La concessione incondizionata ad utilizzare il territorio per l’impianto di torri eoliche, elimina di fatto, la possibilità di utilizzare il paesaggio come risorsa remunerativa ad altri cittadini ed imprese economiche.
La denuncia che vogliamo esprimere con la presente è che nessuno deve più sentirsi autorizzato a prendere decisioni sulla testa della collettività, nel chiuso di un ufficio, e a discapito di un principio riconosciuto di trasparenza dell’azione amministrativa, ordinaria o straordinaria che sia.
La mancanza di rispetto verso coloro che pagano lo stipendio al funzionario di turno, che si è assunto l’onere di una scelta che non competeva e di una gravità enorme, crediamo abbia toccato il punto massimo che non si può più tollerare.
E’ necessario porre rimedio a queste mancanze di confronto con i cittadini al più presto e si instauri una procedura di partecipazione già ampiamente richiesta con atti formali e che speriamo venga quanto prima formalizzata dall’autorevole firma del Commissario Dott. Aldo Lombardo.

Lascia un commento