COMUNICATO STAMPA. DOPO 5 ANNI I SOCIALISTI TORNANO NEL PARLAMENTO ITALIANO

Il socialista Fausto Guilherme Longo, architetto urbanista di San Paolo del Brasile è stato eletto, nella circoscrizione del Sud America, al Senato della Repubblica. Salgono così a sei i socialisti che faranno parte del nuovo Parlamento

Longo affiancherà al Senato il segretario nazionale Riccardo Nencini, mentre i quattro deputati sono Marco Di Lello, il Pugliese Lello Di Gioia, Pia Locatelli e Oreste Pastorelli,due dei nostri candidati sono stati i primi dei non eletti.
Sarà una delegazione autonoma dal punto di vista politico e organizzativo, La situazione di incertezza politica che si è determinata con il voto ci impone la rapida individuazione di un percorso politico e istituzionale univoco e improntato alla massima responsabilità.
Ritengo perciò necessario tenere rapidamente una riunione dei vertici della coalizione Italia Bene Comune”. Lo scrive in una lettera Riccardo Nencini, segretario nazionale del Psi, indirizzata a Pier Luigi Bersani, Nichi Vendola,Bruno Tabacci.
Nel primo pomeriggio Nencini ha avuto una conversazione telefonica con Bersani al temine della quale il leader socialista ha commentato: “Aspettiamo con fiducia il ritorno in Italia di Napolitano. All’Italia serve un nuovo governo che affronti con urgenza alcuni nodi ancora non sciolti da quello in carica”.

Come segretario provinciale sono convinto che oltre ai parlamentari eletti nella provincia di Taranto avremo il certo sostegno di quelli Socialisti per affrontare con decisione i problemi atavici e noti della nostra Città,l’attenzione avuta dal nostro segretario nazionale Riccardo Nencini ora Senatore,che in campagna elettorale come unica tappa Pugliese su mia richiesta ha scelto Taranto dimostra che ci sarà il massimo impegno dei Socialisti non solo locali che da sempre si battono mettendoci la faccia.
Come riferimento Socialista terremo alta l’attenzione sui problemi della provincia Jonica continuando con i compagni la lotta all’inquinamento,la disoccupazione e occupazione,la riconversione del territorio,le nuove aree demaniali che siano subito e bene impiegate,il piano parcheggi e la massima attenzione alle attività commerciali e artigiane della Città in grave difficoltà.
Sarò forse un illuso e ostinato a continuare lottare per Taranto,ma questa è la mia Città dei miei parenti,amici e conoscenti,a differenza di chi viene e chi và pensando solo a mietere voti.

Il segretario provinciale PSI di Taranto

Annibale Carelli

Lascia un commento