COMUNICATO STAMPA. MANDURIA. SEL: “ACCERTAMENTI PER LE IMPOSTE PER L’ANNO 2007 SONO INUTILI E DANNOSI”

“Al Commissario Straordinario, pertanto, chiediamo di affrontare urgentemente la questione e di attivarsi per la rescissione del contratto con l’affidataria CENSUM”

I contribuenti manduriani, in questi giorni, stanno ricevendo il regalo della befana. La ditta CENSUM, infatti, affidataria del servizio di gestione, accertamento e riscossione dei tributi comunali (comprese le sanzioni per contravvenzioni al codice della strada) sta notificando migliaia di avvisi di accertamento di imposta per l’anno 2007.
Fin qui niente di male, in quanto è giusto pagare le tasse. Nonostante, bisogna ricordarlo, la CENSUM percepisca l’aggio anche sui versamenti spontanei come, ad esempio, avviene con l’IMU.
Questi accertamenti, stampati in fretta e in furia il 28 dicembre per poter scongiurare la prescrizione per le imposte riguardanti l’anno 2007, sono inutili e vessatori. Soprattutto nei confronti dei contribuenti onesti.
Quello che denunciamo è che la CENSUM, ditta fortemente voluta dalla precedente amministrazione Tommasino, sta inviando ai contribuenti accertamenti superficiali ed approssimativi finalizzati solo a rimpinguare la propria cassa.

La maggioranza degli accertamenti contengono immobili con particelle soppresse, riportando, in tal modo, duplicazioni di immobili e, conseguentemente, di imposte.
Gli accertamenti, inoltre, richiedono il versamento di somme già versate alla ditta SOGET, precedente affidataria della gestione dei tributi comunali.
Secondo la CENSUM, larga parte dell’evasione fiscale sussiste nella mancata dichiarazione ICI su immobili già conosciuti all’Ente comunale. Ma, ci chiediamo, tenuto conto che la finanziaria 2007 aveva abolito l’obbligo della presentazione della dichiarazione ICI (se non per alcuni casi previsti dalla legge), dove sarebbe la legittimità dell’azione sanzionatoria?

Per i contribuenti, inoltre, si è aggiunto il disagio provocato dalla mancanza di un rapporto diretto con gli uffici comunali competenti. Servizio, quest’ultimo, garantito gli anni precedenti all’affidamento della gestione tributaria alla CENSUM. Ciò ha determinato un completo smarrimento dell’utenza, costretta, per la risoluzione dei contenziosi, ad interfacciarsi con più, e non meglio definite, sedi e uffici.

Oltretutto, crediamo non si possa non tener conto dei numerosi contenziosi in essere tra la CENSUM e diversi comuni d’Italia.
Al Commissario Straordinario, pertanto, chiediamo di affrontare urgentemente la questione e di attivarsi per la rescissione del contratto con l’affidataria CENSUM.

Manduria, 10.01.2013

Il coordinamento cittadino di SEL

Lascia un commento