FRODE: 4 AZIENDE COINVOLTE A TARANTO, DUE A MARTINA FRANCA E UNA A SAVA

Sequestro delle singole attività di fornitura con  l’accusa di frode

Il sequestro preventivo, limitatamente alla fornitura di dispositivi medici su misura, riguarda la ditta individuale «Casa del busto » di Via Anfiteatro, a Taranto; la ditta individuale «Istituto ortopedico e podologico italiano» di Via Lucania, a Taranto; la ditta individuale «La Nuova sanitaria » di Viale Europa, a Martina Franca; la ditta individuale «Nuova Sanitar» di Corso Italia, a Taranto; la ditta individuale «Orto – pedia sanitaria Semeraro» di Via Paolotti, a Martina Franca; la ditta individuale «Ponzetta Armando» di Piazza Rintone, a Taranto; e la «Sanitaria ortopedia» di Via Vittorio Emanuele, a Sava.

“La misura del sequestro delle singole attività di fornitura – osserva il gip Di Sabato nel provvedimento firmato su richiesta del pm Putignano – appare adeguata a salvaguardare le esigenze cautelari e, dall’altro, permette alle aziende citate di poter esercitare altre attività, per le quali non si ravvisa alcuna esigenza cautelare». Gli indagati sono Giuseppe Losco, di 52 anni, nato a Caracas ma residente a Taranto; Enrico Cicorella, di 43 anni, di Taranto; Amedeo Semeraro, di 54 anni, di Martina Franca; Giovanni Greco, di 47 anni, di San Giorgio Jonico; Maria Rosaria Semeraro, di 54 anni, nata a Bari e residente a Cisternino; Armando Ponzetta, di 66 anni, di Taranto; e Benito Silvano Soloperto, di 76 anni, di Sava.

L’accusa di frode nelle forniture viene contestata in quanto i titolari delle aziende fornitrici di dispositivi medici per calzature ortopediche e relativi accessori, tutori di arti e tronco, erogabili in favore degli assistiti aventi diritto con spesa a carico del Servizio sanitario nazionale, avrebbero realizzato e consegnato “presidi e ausili protesici” non conformi alla normativa di settore. (G.Riz.)

FONTE  lagazzettadelmezzogiorno.it

Lascia un commento