UN GIORNALE, CREDO, OLTRE AD ATTACCARE DEVE ESSERE PURE BRAVO AD INCASSARE. ECCO LA RISPOSTA …

Da facebook. Giuseppe Soloperto. Agli amici ed estimatori del nostro giornale locale domando: “Tutto va bene  Madama la Marchesa?” Perchè da ormai diversi mesi pare di leggere pillole soporifere. Cosa è successo? Va tutto bene? E allora diciamolo. Va tutto male? E allora diciamolo. Va così così  e allora diciamolo …”

Caro Giuseppe, mi preme risponderti in quanto (permettimelo questo con franchezza!) abbiamo dato all’amministrazione Iaia i classici sei mesi di “rodaggio”, bisognosi in virtù della neo esperienza di quasi tutti gli addetti amministrativi del Patto per Sava (escluso Agusto e Calasso).

Stiamo guardando ogni giorno l’operato di questa amministrazione, credimi davvero, e sono convinto che la neo esperienza ha bisogno di questi classici mesi di preavviamento per l’attivazione di questi benedetti strumenti amministrativi. Strumenti questi, che tu sai meglio di me, che un’amministrazione comunale deve dotarsi per far sì che il suo lavoro di indirizzo politico  si veda bene agli occhi del savese. In passato, è questo è successo con la passata amministrazione Maggi, abbiamo dato i classici 12 mesi di tempo e di seguito abbiamo incalzato sulle emergenze che stavano sul tappeto  e che tutt’oggi stanno ancora lì.

Da questa amministrazione il savese, ma anche noi come giornale cittadino, ci aspettiamo di più. Molto di più. Infatti se il savese ha designato alla bulgara maniera questa coalizione è proprio in virtù dell’inerzia prodotta dalla passata amministrazione. Oggi l’amministrazione Iaia è chiamata, urgentemente, a dimostrare cosa ha fatto in questi passati 5 mesi. E’ un dovere il suo! Ed è un diritto nostro di cittadini! Il giovane Sindaco è animato  da buona volontà. Infatti è sempre nella nostra Casa comunale tutti i giorni, a valutare il tutto e riceve il pubblico nei giorni stabiliti ma questo, sinceramente è ben poco da ciò che ci aspettiamo. Ci aspettiamo un amministrazione che deve distinguersi completamente dalla precedente in modo nuovo, operativo e che deve rendere quanto più fluida la nostra Casa comunale. A tutt’oggi questo non c’è ancora. A tutt’oggi alcune promesse elettorali e post  elettorali stanno ancora sul tavolo: su questo mi riferisco al riordino delle risorse umane del nostro Comune, dall’allontanamento dalla sua nicchia elettorale e affaristica di chi ha prodotto solo danni verso il savese e verso il paese.

Su questo l’elenco delle priorità non è lungo: oggi, su tutto, assistiamo ancora ad un Corpo di Polizia municipale che è ancora retto da una reggente che non ha i titoli per dirigere questa importantissima branca amministrativa-istituzionale.  E questa tematica, nella passata campagna elettorale, era l’alfiere del Patto per Sava, coalizione che vinse la competizione elettorale. Abbiamo seguito, amaramente, la mancata decisione amministrativa sul vigile urbano denunciato direttamente dalla Guardia di Finanza per truffa aggravata e continuata ai danni dello Stato: infatti è ancora lì, il nostro vigile, con la divisa istituzionale e con la pistola di ordinanza. Cacchio! Questo, questa amministrazione non ha voluto decidere. Come minimo, visto che è un dipendente comunale, avrebbe dovuto levarlo dal Corpo di Polizia municipale e designarlo ad altro compito. Fosse stato per questo giornale, e questo è il minimo, lo avremmo mandato al Cimitero comunale a pulire le erbacce e i vialetti cimiteriali. Abbiamo visto il prolungamento dell’affidamento delle strisce blu alla esistente Compagnia dei parcheggi pubblici (quella stessa per intenderci finita nel mirino della DDA di Lecce!) per un altro anno intero! E abbiamo sollevato il nostro grido di sdegno! E su questo, credimi, nessun partito o movimento a Sava ha detto nulla. Nulla! Solo Viv@voce!

E ancora: il neo sindaco promise, subito dopo la sua elezione, che gli uffici della compagnia PRIVATA  dei parcheggi pubblici sarebbero usciti fuori, entro un mese, dal suo insediamento nel Palazzo comunale (e si stava già allo scorso Giugno …)  e ancora oggi questi signori operano dentro ad un Comando istituzionale! E Viv@voce ha fatto i suoi passi, come li sà fare e non come qualche cretino di Consigliere comunale che istiga questo giornale a prendere immediatamente di petto questa amministrazione quando poi, eh già così è, tocca a lui. O meglio a chi fa l’opposizione! Abbiamo ricordato al nostro primo cittadino le inchieste della Magistratura su questo Comando di Polizia municipale. E non è una sola! Abbiamo un Assessorato ai Servizi sociali che soffre della mancanza della figura dell’assistente sociale per seguire i disagiati e i diseredati savesi e ancora niente.

E’ notizia di pochissimi giorni che sta per partire il servizio porta a porta della raccolta dei rifiuti: aspettiamo questa partenza, pur sapendo che non è imputabile questo ritardo a questa amministrazione comunale. Va bene, che facciano tranquillamente il loro compito amministrativo. Che lo facciano. Noi aspettiamo i risultati. Alla grande! Nell’attesa che il Sindaco Dario Iaia incontri i savesi, e la stampa, e che faccia il punto della situazione. Come l’ha trovata e come sta operando per migliorarla. Noi siamo qui. Attentissimi sempre. Ma con le risposte giuste e i fatti su tutto …

Giovanni Caforio

Lascia un commento