LEGAMBIENTE. TARANTO IN POLVERE: QUALE FUTURO PER L’ILVA?

Taranto non può attendere. Il carico di veleni che l’Ilva, il più grande impianto siderurgico d’Europa, ha riversato per decenni sulla città pugliese ha causato morti, gravi malattia e inquinamento ambientale

Adesso è ora di cambiare direzione e di ripensare ad nuova industria italiana. E la vertenza dell’Ilva racconta proprio la fine di un modello industriale che schiaccia l’ambiente. All’Ilva è dedicato il servizio di copertina ed il primo piano de La Nuova Ecologia (il mensile di Legambiente) di ottobre, che propone un approfondimento sull’impianto pugliese curato da Francesco Loiacono, corredato da un’intervista a Luciano Gallino, sociologo dell’economia, un intervento di Alessandro Langiu, drammaturgo e attore tarantino, e un intervento di Lunetta Franco, Presidente del Circolo Legambiente di Taranto.

Legambiente Taranto

Lascia un commento