GIOVINAZZI (Confagricoltura): SOLIDARIETA’ AL GIP TODISCO

«Noi siamo dalla parte del Gip Patrizia Todisco». Gerardo Giovinazzi, presidente di Confagricoltura Taranto, prende una posizione netta nel dibattito che si è acceso attorno al caso Ilva e alle sue “ricadute” sulla comunità ionica.

«Confagricoltura – spiega – sta con chi fa il suo dovere e oggi a Taranto abbiamo finalmente un giudice, al quale va tutta la solidarietà del mondo agricolo che rappresento, che fa semplicemente ciò che è nelle sue competenze, peraltro muovendosi in uno stretto labirinto in cui convivono – non con pari dignità – ambiente, salute, lavoro e, particolare spesso dimenticato dai più, il rispetto della legge che vale erga omnes».

«Un lavoro che il giudice – sottolinea Giovinazzi – sta svolgendo in un clima pesante e subendo le pressioni fortissime provenienti dagli ambienti più disparati. Noi non ci stiamo ad iscriverci al partito dei guelfi o a quello dei ghibellini, a schierarci tra gli ambientalisti duri e puri o tra chi tifa per l’azienda senza se e senza ma, a favore della magistratura oppure contro per “partito preso”. Vorremmo, semplicemente, una Taranto in cui almeno per una volta trionfasse il buon senso e l’azione coraggiosa di un giudice, che può parlare soltanto attraverso i suoi atti, servisse ad indicare la via della legalità a chi, governo e azienda, ha il dovere di trovare soluzioni adeguate a contemperare le ragioni della produzione d’acciaio e quelle della tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini. E tra questi ci sono anche gli agricoltori e gli allevatori che un bel giorno hanno scoperto che c’era diossina nel latte dei loro ovini finiti poi al macello. Taranto e i tarantini – conclude Giovinazzi – hanno il diritto di non fare la stessa fine».

 

Lascia un commento