DIFESA DELLE COSTE E DEL PAESAGGIO DUNALE. APPELLO A VENDOLA

Centinaia di persone abbarbicate su ciò che resta delle nostre spettacolari dune
Arbusti e rami secchi spezzati per due ore di falò mentre la linea di costa si assottiglia sempre più e lascia lo spazio a desolate pietraie in balìa delle correnti marine. Interi tratti di falesia spezzati e travolti dalle onde o dai martelli pneumatici di qualche speculatore senza scrupoli. Insensibili e poco avveduti amministratori locali dai comuni, alla provincia, alla regione che abbandonano la costa del Salento ad un inesorabile, progressivo declino e ad un destino infame senza un’idea di come fare a salvaguardare la costa dagli assalti estivi di centinaia di migliaia di vacanzieri e dalle mareggiate. É ora di farla finita: nella mia qualità di coordinatore provinciale dell’Italia dei Valori, non provo alcun ritegno a rivolgermi al Presidente della Regione Vendola ed al ” mio” assessore all’ambiente, l’ottimo dott. Lorenzo Nicastro – che per la precisione non ha la delega alla protezione delle coste, ma sono convinto che con la sensibilità sinora dimostrata sui temi ambientali perorerà questa causa all’interno del governo regionale – ad intervenire con un progetto serio, definitivo e globale di tutela delle coste e del paesaggio.
Lecce, 12 agosto 2012
Il coordinatore provinciale
Francesco D’AGATA

Lascia un commento